Como, ubriaco terrorizza i passeggeri dell’autobus. Condannato 21enne africano

Tribunale di Como

Un ventunenne africano, ubriaco, ha seminato il panico lunedì sera su un autobus di linea in servizio a Como. Il giovane urlava e sferrava pugni ai sedili e ha poi inveito contro gli agenti di polizia intervenuti dopo la richiesta di aiuto dell’autista. Gli agenti della volante della polizia di Stato sono stati fermati dal conducente del bus mentre transitava in piazza Cavour. Il conducente ha spiegato che, poche fermate prima, era salito a bordo un giovane africano, chiaramente alterato, che si era seduto a terra e aveva iniziato a gridare frasi senza senso, sferrando pugni ai sedili. Spaventati, gli altri passeggeri, compresa una mamma con due bambini e un immigrato che aveva provato invano a calmare il ragazzo, sono scesi dall’autobus. Gli agenti hanno provato a calmare il 21enne, che al contrario ha iniziato a inveire contro i poliziotti cercando di colpirli. Gli agenti hanno bloccato l’uomo e lo hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni e denunciato per interruzione di pubblico servizio. Processato per direttissima è stato condannato a un anno, pena sospesa.

Articoli correlati