Como-Varese: incidenti al termine della partita. Scontri fra tifosi e polizia nella zona di viale Masia

Scontri, al termine della partita fra Como e Varese, fra tifosi e forze di polizia. Il tutto è iniziato quando i pullman dei sostenitori del Varese stavano lasciando lo stadio (non senza farsi mancare un lancio di oggetti verso la polizia). In quel momento via Recchi e la Tangenziale erano state bloccate. I sostenitori azzurri  hanno provato a rompere il cordone di sicurezza da viale Masia  e a quel punto la situazione è peggiorata, con scontri davanti alla sede dell’Aci e nei pressi del vicino distributore di benzina. Come prima del match, sono stati utilizzati i lacrimogeni, ma anche dopo che i tifosi ospiti se ne erano andati, i tafferugli sono andati avanti anche con lancio di sassi. Situazione ad alta tensione che ha portato ad una paralisi del traffico e anche a problemi agli occhi – erano stati lanciati i lacrimogeni – a cittadini che erano nella zona e che stavano tornando nelle loro abitazioni a piedi. Tra le forze dell’ordine si registra un agente di polizia contuso.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.