Sport

Como-Venezia: allarme tifosi

alt

Con la curva azzurra chiusa e per la rivalità fra i sostenitori delle due squadre

La gara era già considerata a rischio, considerando che le tifoserie sono considerate rivali. In più ci sarà la curva del Como chiusa, con i sostenitori costretti a rimanere fuori e che presumibilmente saranno nei paraggi dello stadio Sinigaglia.
Ecco perché, per domenica prossima, in occasione del match tra Como e Venezia, i controlli saranno rinforzati e ci sarà un dispiegamento di forze dell’ordine più sostenuto del solito.
Dalla città lagunare non sono attesi molti sostenitori

a dire il vero ma, da quanto trapelato, l’attenzione maggiore sarà per chi sarà costretto a stare fuori dallo stadio.
Come è noto, infatti, la curva dei sostenitori azzurri è stata squalificata per due turni dal giudice sportivo per i reiterati insulti – durante la gara con la Reggiana – che sono durati per tutto il secondo tempo.
Una questione che domani sarà all’attenzione del consiglio di amministrazione del club lariano che potrebbe prendere posizione sulla vicenda. Una società che, comunque, alla vigilia aveva ripetutamente chiesto di evitare quello che invece è poi accaduto realmente.
Ma, al di là di questo, non manca apprensione per quello che potrebbe essere l’atteggiamento dei sostenitori “esiliati”. Solitamente, in queste occasioni, c’è stato un ritrovo fuori dagli stadi e lo stesso potrebbe accadere domenica per la partita con il Venezia e in quella successiva interna con la Carrarese.
Come detto, il presidio delle forze dell’ordine sarà comunque rinforzato per tenere la situazione sotto controllo, anche perché i comaschi che hanno l’abbonamento in curva non potranno acquistare il tagliando di altri settori.
Al di là di tutto e di queste vicende che hanno tenuto banco, non va comunque dimenticato il discorso sportivo: allo stadio Sinigaglia arriva la formazione che attualmente occupa il quinto posto in classifica.
Un incontro di cartello dunque, che rinnova una sfida diventata sentita dal 1991, quando nel campionato di serie C le due formazioni si contesero la B – avevano terminato al secondo posto alle spalle del Piacenza e non c’erano i playoff – nello spareggio di Cesena, vinto per 2-1 dai lagunari. Ormai sono passati più di vent’anni, ma in molti non hanno dimenticato quel duello e quella giornata, visto che era la prima volta che il Como tornava a disputare uno spareggio promozione dal 1967, quando i lariani a Bergamo persero la serie B per mano del Monza, che vinse 1-0.
Ovvio che ora tenga banco l’attualità, con gli azzurri che proseguono la preparazione per la partita. Unici assenti per domenica Giosa, squalificato e Piredda, alle prese con un infortunio muscolare.

Massimo Moscardi

Nella foto:
Como-Venezia allo stadio Sinigaglia nel torneo di serie B 2003-2004: l’azzurro Chianese sbaglia un calcio di rigore (Fkd)
28 Novembre 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto