Como vuole volare

Calcio – Lega Pro Difficile impegno, questo pomeriggio, a Vercelli contro una diretta concorrente per i playoff: all’andata gli azzurri vinsero due volte
La squadra chiede e ottiene il ritiro: obiettivo terzo posto
All’andata, prima gara di campionato, fu il caos. Como-Pro Vercelli si giocò ben due volte: la prima sospesa per pioggia nel secondo tempo (con gli azzurri avanti per 2-1) la seconda per il definitivo successo lariano per 1-0. Già allora, nonostante il doppio successo degli uomini di Ernestino Ramella, si capì che la squadra piemontese era di assoluto livello. E la classifica, oggi, lo dimostra. All’apertura del girone di ritorno, infatti, la Pro Vercelli è terza in classifica a 29 punti, due in più degli azzurri. Basta già questo aspetto per sottolineare – se mai ce ne fosse bisogno – il peso del match di oggi che, alle 14.30, vedrà le due formazioni confrontarsi per la terza volta. Cambia lo stadio, ovviamente, ma cambia anche la superficie, in quanto a Vercelli si gioca su un campo in sintetico. Ed è proprio per questo motivo che il Como, per tutta la settimana, si è allenato a Bizzarone (terreno anche in questo caso sintetico) tornando a Orsenigo solo ieri per la rifinitura. Poi gli azzurri sono partiti per il ritiro che, in settimana, era stato in dubbio. La squadra però ha spinto perché la partenza per Vercelli fosse anticipata di un giorno. Motivo che sottolinea, per l’ennesima volta, come i ragazzi di coach Ramella stiano facendo di tutto per chiudere fuori dalla porta i problemi societari concentrandosi solo sull’impegno sportivo. Una volta di più, insomma, tanto di cappello ad una formazione che tra mille difficoltà, si giocherà oggi il terzo posto in classifica.
PRO VERCELLI IN CASA E COMO IN TRASFERTA
La Pro Vercelli, in casa, è reduce da tre successi consecutivi con sette gol realizzati e nessuno subìto. In Piemonte si sono arresi Sorrento (4-0), Spal (1-0) e Viareggio (2-0). L’ultimo gol subito risale anche all’unico ko fin qui rimediato in stagione davanti al proprio pubblico, lo 0-1 a sorpresa contro il Foligno. In generale, comunque, la Pro ha un cammino molto equilibrato tra casa e trasferta, con 15 punti ottenuti al “Silvio Piola” e 14 lontano dal proprio stadio. Il Como, al contrario, ha disputato sempre delle buone gare in trasferta, anche se l’ultimo successo risale addirittura al 23 ottobre (1-2 a Viareggio). Da allora, solo sconfitte (3-1 a Taranto e 2-1 a Terni) oppure pareggi rocamboleschi, come il 3-3 di Avellino e l’1-1 di Monza. In entrambe queste ultime occasioni, tra l’altro, gli azzurri di Ramella, in vantaggio, furono raggiunti nei minuti finali.
CAOS SOCIETARIO: SIAMO ALL’ULTIMA SETTIMANA
Da questa sera, una volta spente le luci sul “Silvio Piola”, si tornerà a parlare di società e delle vicende legale alla cessione del club. Dovrebbe – il condizionale è d’obbligo – essere l’ultima settimana di tormenti, perché il presidente Amilcare Rivetti, in un senso o nell’altro, dovrebbe chiudere la crisi. Ad un passo dall’entrare nel club c’è, come è noto, la cordata romano-toscano-campana. L’accordo sarebbe stato raggiunto e sul tavolo sarebbero rimaste due sole clausole imposte da Rivetti: la prima verterebbe attorno ad alcune garanzie, la seconda sulle modalità di pagamento. Una volta superati questi ultimi scogli, nulla impedirebbe più la stretta di mano finale. L’annuncio, comunque, arriverà prima del 15 gennaio, ovvero domenica prossima. Non sembrano, infatti, avere molte possibilità gli incontri di domani e martedì con le altre cordate rimaste in pista, ma clamorosamente attardate.

Mauro Peverelli

Nella foto:
Andata: l’arbitro sospende Como-Pro Vercelli sul 2-1. La gara si rigiocherà e vedrà una nuova vittoria azzurra

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.