Compie cinquant’anni l’organo della chiesa di Breccia

Chiesa San Cassiano Breccia

In arrivo una   ricorrenza che si è ritenuto di celebrare con adeguato rilievo. L’associazione “Amici dell’Organo” celebra nel mese di novembre il 50° anniversario dalla inaugurazione del grande Balbiani-Vegezzi-Bossi della Parrocchiale di Breccia avvenuta appunto nel novembre 1969. In programma il      9 novembre alle 21 una serata multimediale con conferenza e concerto tenuti da Vincenzo De Gregorio, preside del Pontificio Istituto di Musica Sacra  in Roma (il sito è www.musicasacra.va) che presenterà l’organo e i suoi segreti con una telecamera che si addentrerà fra le canne dello strumento,  assistito dall’organaro Ilic Colzani e  con dei brani  esplicativi eseguiti da Lorenzo Pestuggia maestro di cappella della Cattedrale (di Marco Enrico Bossi Entrée pontificale Op. 104 n.1, di  Luigi Picchi Aspirazione, di Lorenzo Pestuggia Improvvisazioni su temi proposti). L’associazione ha inoltre in serbo una chicca storica e bibliografica. “Nel  1969  – dice il presidente Daniele Grisoni – venne pubblicato un numero unico in occasione della presentazione del nuovo organo.  Abbiamo riprodotto una versione anastatica di tale ormai storico documento e pubblicato un “Numero unico 2019” che vuole colmare e ricucire lo spazio di questi 50 anni che hanno visto nascere, non per caso, gli Amici dell’organo con le varie iniziative. Durante la serata verrà distribuito un raccoglitore che contiene entrambi i  numeri  unici.” Previste anche due serate (domenica 17 e 24 novembre)  che idealmente potessero rappresentare una staffetta tra  la  storia  ed i futuro con Giancarlo Parodi e due giovani provenienti dalle istituzioni musicali del territorio come il  Conservatorio  (sarà ospite Giulio Gelsomino) e la  scuola diocesana  intitolata al maestro Luigi Picchi  (sarà ospite Riccardo Quadri). Inizio ore 21, ingresso libero.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.