Con 20mila euro rivive la fontana di Villa Olmo

altIl progetto è stato finanziato dal Soroptimist e dall’Accademia Aldo Galli
(f.bar.) Tre mesi di lavoro, un budget di 20mila euro e un gruppo di abili restauratori hanno ridato vita alla fontana del parco di Villa Olmo. Ieri mattina la presentazione dell’intervento voluto dal Soroptimist International club di Como per il 60esimo anniversario di fondazione.

Il recupero è stato affidato al Dipartimento di restauro dell’Accademia di Belle Arti Aldo Galli – IED Como e ha coinvolto gli studenti del corso quinquennale di Restauro.
«Da sempre siamo attenti alla città e alle sue bellezze – ha detto Simona Gervasini, presidente Soroptimist Como – Siamo contenti del risultato». Restaurate anche quattro statue davanti alla villa.
Il progetto, ideato e diretto da Gisella Bianconi e curato da Federica Colombani ed Elena Luzzani, è stato seguito dall’architetto Valentina Minosi della Soprintendenza per i beni architettonici e del paesaggio della Lombardia. I 20mila euro sono ripartiti al 50% tra Accademia Galli e Soroptimist. Si è intervenuti sulla pulizia della pietra dalle copiose infestazioni biologiche e sono state consolidate le parti pericolanti. «È un esempio virtuoso di collaborazione tra pubblico e privato. Siamo pronti a ridare ai cittadini una piccola parte della villa», ha detto l’assessore al Verde, Daniela Gerosa. «Se siamo capaci di valorizzare il nostro patrimonio artistico saremo in grado di puntare sempre di più sul binomio cultura e turismo – dice il direttore dell’Accademia, Salvatore Amura – Questo è un periodo ricco di interventi».

Nella foto:
le allieve dell’accademia impegnate nei lavori di restauro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.