«Con Trento Cantù dovrà alzare il livello». Archiviata Venezia, prossima gara già nel mirino

Cantù Venezia 2020

Due punti importanti nella lotta per non retrocedere in una giornata in cui la maggior parte delle squadre di bassa classifica ha vinto; la bella prestazione del giovane Gabriele Procida (9 punti con tre tiri da tre e percentuale del 100%); la grinta in un finale giocato punto a punto contro la formazione campione d’Italia.
Il terzo turno di campionato ha regalato consapevolezza alla Pallacanestro Cantù, che contro la Reyer Venezia si è imposta per 81-77.
«È stata una partita dura e combattuta sino all’ultimo – ha detto alla fine l’americano Jeremiah Wilson – Nel corso del match abbiamo avuto qualche alto e basso, ma siamo stati poi bravi a reagire, da squadra».
«Siamo rimasti con carattere dentro la partita, molto concentrati – ha aggiunto lo statunitense – Nel secondo tempo abbiamo migliorato la nostra difesa, attaccando anche tutti insieme, con un gioco corale importante».
Una vittoria che, come detto, per la S.Bernardo-Cinelandia ha grande valore. «L’aver battuto i campioni d’Italia in carica è un risultato molto importante per noi perché ci dà tanta fiducia e in un campionato così difficile come la serie A ne abbiamo sempre bisogno – conclude l’americano – È bello vincere così, come è importante farlo anche con l’aiuto dei giovani. Siamo un gruppo che si nutre di successi come questo; ci fanno bene. Ora pensiamo già al prossimo impegno provando ad alzare ancora di più il livello».
Cantù domenica prossima sarà impegnata sul campo di Trento, la squadra allenata dall’ex Nicola Brienza. La Dolomiti Energia ha due punti in più (20 contro 18) rispetto agli ospiti, che, dal canto loro, sono alla pari con Varese e Reggio Emilia e precedono Treviso (16), Roma (14), Pistoia e Trieste (12) e Pesaro (2).
«Siamo molto soddisfatti per il successo contro la Reyer Venezia – spiega il vicepresidente canturino Angelo Passeri – anche considerando i risultati delle inseguitrici, che non hanno perso colpi. Tra virgolette, possiamo dire di aver limitato i danni. Cantù è stata brava ad interpretare il match, puntando su corsa e aggressività, senza abbassare il ritmo. I ragazzi erano tutti concentrati e sul pezzo. L’atteggiamento giusto da tenere sempre nelle prossime gare per raggiungere al più presto l’obiettivo della salvezza, sperando, magari, in qualche passo falso delle nostre dirette interlocutrici».
«Ho apprezzato la prova di tutti i nostri giocatori, compreso Cameron Young, che ultimamente è finito nel mirino della critica. Ovviamente non possiamo nascondere la soddisfazione per la bella prestazione di Procida – conclude il vicepresidente Passeri – ha il giusto atteggiamento per crescere e per provare a diventare un uomo in più nel nostro roster».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.