Concorso dei vigili: l’udienza slitta ad aprile

Vittima dello sciopero dei penalisti
Lo sciopero degli avvocati penalisti miete un’altra vittima eccellente: il processo per l’intricata vicenda del concorso dei vigili che per la Procura fu truccato. Un fascicolo che vede a giudizio il comandante dei vigili di Como, Vincenzo Graziani, il capo di gabinetto di Palazzo Cernezzi, Tullio Saccenti, Antonella Rosati, funzionaria della Regione Lombardia e membro della Commissione giudicatrice del concorso pubblico per un posto da vigile urbano nel novembre 2007, Alessandra Saccenti

(segretaria della stessa Commissione) e Bruno Polimeni, vigile urbano.
L’udienza di fronte al collegio di Como, che avrebbe dovuto svolgersi ieri, è stata infatti rinviata al 26 aprile in seguito all’adesione allo sciopero da parte di tutti gli avvocati della difesa. Ai giudici, e al pubblico ministero Massimo Astori, non è rimasto che prendere atto della nuova data.

Mauro Peverelli

Nella foto:
Cinque mesi di ritardo per il processo sul concorso per un posto da vigile

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.