Concorso nazionale, Comense Scherma premiata

Comense Scherma filmato

In attesa di poter riprendere l’attività agonistica, la Comense Scherma ha comunque potuto festeggiare un successo nazionale.
Un filmato promozionale del club di via dei Partigiani è stato infatti premiato con la medaglia d’argento dalla Federazione scherma nell’ambito del concorso “Pronti a voi”. Il tema, nella sostanza, era l’attività ai tempi della pandemia per uno sport che – va ricordato – si è visto bloccare le gare, nazionali e internazionali. Tutto è fermo da praticamente un anno, anche se gli allenamenti non si sono mai interrotti e, nel rispetto dei protocolli, sono stati anche organizzati vari raduni delle rappresentative nazionali.
Nello scorso mese di settembre la Comense aveva pensato di promuovere i suoi corsi con un filmato della regista Maila Bidoli che vede protagonisti due giovani atleti nerostellati, Giulia Cantaluppi e Matteo Coll Gari. I ragazzi camminano nei luoghi iconici della città di Como – davanti al lago e nel centro storico – con la loro borsa della Comense. Alla fine raggiungono la sede di via dei Partigiani dove danno vita a una sfida sul tavolo della storica sala Protti, luogo in cui sono conservati i trofei della gloriosa società.
La conclusione è una panoramica sulle sale di allenamento, con un ricordo di campioni come Antonio Spallino e Arianna Errigo e una carrellata su alcuni giovanissimi atleti.
Il concorso della Federazione è stato vinto da Bari – con un filmato effettivamente più incentrato sulla pandemia – con la Comense che ha chiuso al secondo posto.
In questa fase l’attività, come detto, è sempre proseguita anche senza gare. Per il prossimo fine settimana ne era in teoria in programma una a Pavia, che è però saltata per le problematiche connesse al Covid. «Ormai ci stiamo avviando a completare un anno intero senza competizioni – spiega il vicepresidente nerostellato Mirko Grimaldi – Purtroppo è una situazione inevitabile; servono pazienza e attenzione, con la speranza di rivivere i momenti unici di gioia che lo sport sa regalare».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.