Confcommercio: «Diffondiamo i nomi per tutelare gli imprenditori onesti»

I Commercianti
Uno dei settori più presente tra chi nasconde completamente i propri guadagni al fisco è il commercio.
O meglio, una categoria particolare del commercio: oltre un evasore totale su 10 (l’11,29%) scoperto dalle fiamme gialle nel 2011 rivendeva elettrodomestici o articoli d’abbigliamento. «Il dato, francamente, mi sorprende – commenta Giansilvio Primavesi, presidente di Confcommercio Como e commerciante d’abbigliamento – Non mi spiego come possano verificarsi questi episodi nel nostro settore
. Qui non si parla di qualche scontrino non battuto, ma di evasori totali, quindi completamente sconosciuti al Fisco: non credo proprio si tratti di negozianti. Il negozio è sulla strada, facile da controllare. Impossibile che un negoziante sia completamente ignoto all’Erario. Saranno grossisti, terzisti, intermediari di abbigliamento ed elettrodomestici. Anche chi fa le cravatte in casa è un commerciante d’abbigliamento. Oppure – riflette Primavesi – laboratori o magazzini clandestini. A questo punto, visto che questi concorrenti sleali danneggiano tutta la categoria sana, spero che la guardia di finanza continui a braccarli senza sosta. Anzi – conclude il presidente della Confcommercio di Como – mi piacerebbe pure sapere i nomi di questi evasori totali: si devono conoscere. Anche per tutelare le decine di commercianti onesti, che pagano le tasse e che giocano secondo regole leali di concorrenza».

Andrea Bambace

Nella foto:
Giansilvio Primavesi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.