Confcommercio: «La parola d’ordine è risparmiare»

alt

Parola di presidente

(a.cam.) «Il denominatore comune è spendere poco». Parte con una battuta il presidente di Confcommercio di Como Giansilvio Primavesi. Per fare un bilancio preciso dell’andamento degli affari del periodo natalizio è ancora troppo presto, ma la sensazione è comunque chiara: «La situazione è in linea con l’anno scorso e già questo è un dato comunque positivo, non siamo scesi più in basso – dice Primavesi – Per il resto, ci sono settori che tengono e altri in forte sofferenza».
Al regalo

di Natale, questa almeno è l’impressione, non si rinuncia. «Di positivo c’è che la gente comunque vuole ricordare la ricorrenza del Natale, anche in questo momento di difficoltà – dice il presidente di Confcommercio – La quasi totalità delle persone però riduce il budget, si limita ad un pensierino piuttosto che fare un regalo importante. Ci sono idee, anche originali e innovative, che richiedono una spesa minima e su queste la gente “si butta”. Si cerca l’originalità tenendo d’occhio il prezzo».
Tra gli articoli più richiesti, i prodotti elettronici. «La tecnologia tiene sempre – conferma il presidente Primavesi – Si stanno vendendo meno giocattoli del solito. Sul fronte dell’abbigliamento vanno bene gli accessori e meno i capi per così dire più importanti. Per i grossi acquisti, molti aspettano i saldi mentre altri rinunciano del tutto».
I prossimi giorni sono comunque decisivi.
«C’è il discorso delle tredicesime – sottolinea Giansilvio Primavesi – Per molti è un’entrata determinante. Purtroppo quest’anno c’è grande incertezza anche su questo fronte. C’è chi non è sicuro di avere i soldi, almeno prima di Natale. Questo aspetto sarà decisivo in vista del rush finale. Molti rimandano gli acquisti all’ultimo minuto. Speriamo si possa ancora risollevare la situazione».
Per molti settori poi saranno decisivi i saldi. «Quello sicuramente sarà un altro periodo determinante per arrivare ad avere un quadro della situazione», conclude il presidente di Confcommercio di Como.

Nella foto:
La corsa al regalo è entrata nel suo momento clou anche in città (foto Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.