Coni: Corte dei Conti, bene gestione finanziaria 2018

Evidenziati timori Cio su riforma

(ANSA) – ROMA, 16 GEN – Anche quest’anno, come già avvenne a inizio di quello passato, dalla Corte dei Conti arriva apprezzamento per la gestione finanziaria del Coni. Per la magistratura contabile l’analisi del bilancio 2018 dell’ente presieduto da Giovanni Malagò ha fornito "un andamento positivo" con un avanzo economico pari a 586.291 euro e con un lieve incremento (1,4%) del patrimonio netto passato a 41.970.855 euro. E’ quanto emerge dalla relazione della Corte dei Conti, visionata dall’Ansa, approvata lo scorso 16 dicembre (relatore Piergiorgio Della Ventura). Nel report si sottolinea anche che nel 2018 il Coni ha applicato le norme in materia di contenimento della spesa pubblica, realizzando risparmi su funzionamento degli Organi (Presidenza, Segreteria Generale, Giunta e Consiglio) nonché sulle spese di rappresentanza "pressoché azzerate". Il bilancio 2018 del Coni è l’ultimo prima delle "profonde riforme di cui è stato oggetto l’Ente", scrive la Corte nelle conclusioni, evidenziando anche le "serie preoccupazioni del CIO secondo il quale "il Coni non dovrebbe essere "riorganizzato" mediante decisioni unilaterali da parte del Governo". Infine la magistratura contabile raccomanda al Coni " di rafforzare le misure e gli strumenti di monitoraggio e di controllo sull’utilizzo dei contributi e nei confronti degli enti finanziati, affinché le risorse pubbliche siano gestite nel rispetto di rigorosi criteri di economicità." (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.