Consumi, i comaschi amano auto ed elettronica

 Redditi bassi, tra i più esigui della Lombardia, ma acquisti elevati, con un volume di spesa spesso superiore a quello delle altre province. I comaschi, insomma, pur incassando di meno, spendono in beni durevoli – dalle auto ai frigoriferi, dai tablet agli smartphone, dai mobili ai computer – più di quanto facciano gli altri lombardi.
Le famiglie comasche, in particolare, brillano per acquisti di auto nuove e di prodotti elettronici, piazzandosi al primo posto in Lombardia in entrambi i casi, di mobili (secondo posto) e di moto (terzo posto). Ai lariani, invece, non piacciono molto le auto usate, tanto è vero che in questo settore toccano il gradino più basso in termini di spesa media per famiglia: con 571 euro figurano infatti al nono posto su 11 province.
La radiografia dei consumi di beni durevoli in Lombardia nel 2014 è stata scattata e resa nota ieri dall’Osservatorio di Findomestic Banca.
Per quanto riguarda il reddito pro capite, la provincia di Como è quasi la Cenerentola, visto che il dato medio riferito a chi abita in riva al Lario, pari a 16.258 euro, colloca Como al 10° posto, seguita soltanto da Lodi, ultima con 14.684 euro. In vetta alla graduatoria compare Milano (27.317 euro), mentre la provincia di Varese è settima con 17.289 euro e quella di Lecco ottava con 17.143 euro. Nonostante Como sia in fondo alla classifica dei redditi, sul fronte dei consumi di beni durevoli sale al quinto posto, con una spesa complessiva di 628 milioni di euro nel 2014 (+2,6% rispetto al 2013). E se guardiamo alla spesa media per ciascuna famiglia, il balzo verso l’alto è ancora più consistente: Como si piazza al terzo posto – dopo Varese e Cremona – con una spesa media di 2.454 euro (+2%).
Si tratta inoltre di esborsi in crescita rispetto al 2013: i comaschi, dunque, pur guadagnando di meno non soltanto hanno speso più di quanto abbiano fatto gli altri lombardi, ma nel corso del 2014 hanno pure incrementato gli acquisti di beni durevoli, nonostante la crisi.
Ma vediamo in quale categoria merceologica i lariani hanno investito i loro soldi durante lo scorso anno.
Come detto, la provincia di Como è prima in classifica, alla voce auto nuove, con una spesa per famiglia di 779 euro (+4,7% rispetto al 2013), circa 130 euro in più rispetto alla media lombarda. Al contrario, in riva al Lario si spende meno della media regionale per l’acquisto di vetture usate (571 euro per nucleo familiare, +2,3%), dato che colloca Como al 9° posto.
Per quanto riguarda le moto, Como è terza in Lombardia, con una spesa per famiglia pari a 58 euro (+5,5%).
Primo posto a pari merito con Varese per l’elettronica di consumo: 114 euro per famiglia nel 2014. In questo caso, la spesa è però in calo del 5,5%. Consistente anche l’acquisto di mobili (secondo posto con 652 euro per famiglia, +0,7%). Terzo posto poi, a pari merito con Brescia, alla voce elettrodomestici (193 euro all’anno, +1,7%). Infine, sul fronte dei prodotti informatici, Como è al settimo posto con una spesa per famiglia pari a 87 euro, in calo del 5,2% rispetto al 2013.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.