Contrabbando: la guardia di finanza sequestra 86 racchette da tennis

Le racchette sequestrate

Pare che le racchette fossero destinate alle scuole tennis. Di sicuro, le modalità di “consegna” non erano del tutto lecite, visto che le stesse sono finite nelle mani della guardia di finanza della Tenenza di Oria. Ha un valore di 13mila euro l’insolito intervento delle fiamme gialle avvenuto nei giorni scorsi poco prima del valico con la Svizzera. Nell’auto di un 50enne di Porlezza, nascoste in diverse scatole tra portabagagli e sedili, sono saltate fuori 86 racchette di marca Yonex con relative custodie, che erano state acquistate in una attività commerciale di Lugano e che sarebbero poi state rivendute in Italia.
L’intervento della pattuglia della guardia di finanza di Oria, lungo le zone di confine con il Ceresio, è andato in scena quando ormai i controlli erano conclusi ed erano passate le 20 della sera. Una pattuglia “dinamica”, di quelle cioè che verificano quello che accade prima del valico, indipendentemente dalle ore canoniche dei controlli, ha però fermato l’auto per verificare cosa trasportasse, trovandosi di fronte alle 86 racchette da tennis che erano in possesso del 50enne.
Attrezzi che avevano però passato il confine di Stato frodando quelli che sono i vincoli doganali e, ovviamente, fiscali.
Il trasgressore è stato segnalato all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Como per violazione dell’articolo 282 del Testo Unico Leggi Doganali e, oltre al recupero dei diritti evasi, dovrà corrispondere una sanzione amministrativa fino a dieci volte i diritti stessi.
Come detto, le racchette da tennis – secondo una prima verifica effettuata dai militari – avrebbero dovuto essere rivendute in scuole del territorio.
Il valore complessivo della merce finita nelle mani della guardia di finanza è di circa 13mila euro. Tutte le racchette erano munite di custodia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.