Contrasto alla diffusione del pesce siluro. Il finanziamento della Regione Lombardia

Pesce siluro

La giunta della Regione Lombardia ha approvato ieri, attraverso una delibera proposta dall’assessore Fabio Rolfi, i progetti per il contenimento del pesce siluro (silurus glanis) nei parchi fluviali Adda sud, Adda nord, Ticino, Lambro-Lago di Alserio, Oglio Nord, Serio e Mincio. Le iniziative saranno finanziate con un investimento di 90.000 euro da parte della Regione. «Si rende infatti necessario proseguire con gli interventi di contenimento di questa specie alloctona (originaria di un territorio differente n.d.r.) invasiva e predatrice dell’ittiofauna autoctona», specifica un comunicato di Palazzo Lombardia. Il pesce siluro, uno tra i maggiori predatori, è originario dell’Europa orientale, del bacino del Danubio, ed è stato introdotto in Italia circa 50 anni fa.
«Il siluro sta mettendo in seria difficoltà i pescatori lombardi – commenta l’assessore Rolfi – La proliferazione sfrenata di questa specie comporta una riduzione significativa della fauna ittica autoctona».
«Abbiamo iniziato in collaborazione con gli Enti Parco una serie di progetti che vogliono portare a risultati molto concreti – aggiunge – Abbiamo concordato gli interventi con le associazioni di categoria e ci stiamo coordinando con le Regioni confinanti affinché le risorse non vadano disperse. Vogliamo ridurre drasticamente la presenza di questa specie nelle nostre acque».
I progetti, predisposti e presentati dai Parchi regionali fluviali lombardi, dovranno essere conclusi entro il 30 novembre 2019.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.