Contributi Cariplo. Slitta a gennaio la decisione finale

alt Istruttoria più lunga del previsto

Slitta di alcune settimane la decisione finale sui fondi straordinari della Fondazione Cariplo a favore della provincia di Como: 7 milioni di euro destinati a progetti cosiddetti emblematici, ovvero con caratteristiche tali da incidere su tutto il territorio lariano.
L’istruttoria relativa alle richieste di contributi è durata molto più del previsto. Questo perché i progetti presentati sono stati molto più numerosi che in passato. «Viviamo un momento di pesantissima crisi – dice Giacomo

Castiglioni, presidente della Fondazione Provinciale della Comunità Comasca, onlus direttamente collegata alla Fondazione Cariplo – c’è grande carenza di risorse e una simile occasione di finanziamento ha suscitato l’interesse di enti e associazioni».
Il bando straordinario sui progetti emblematici viene pubblicato ogni anno ma interessa le singole province lombarde (coinvolte a rotazione) con cadenza settennale.
La quota complessiva di contributi prevista nel 2013 per il Lario è di 7 milioni di euro, 5 dei quali da assegnare al progetto più significativo.
«Quest’anno sono state inviate ben 9 richieste di finanziamento – dice ancora Castiglioni – Gli uffici stanno tuttora lavorando all’istruttoria e non potremo dare un parere prima della fine dell’anno».
Nessun ritardo, precisa il presidente della Fondazione Comasca, che conferma come, con ogni probabilità, la scelta finale si appunterà su due o tre progetti. «Penso che i contributi potranno avere due o tre destinazioni. Alla più significativa andranno 5 milioni di euro, poi si deciderà se premiare un secondo progetto con 2 milioni o due progetti con 1 milione ciascuno».
La scelta conclusiva sarà del Consiglio di Fondazione Cariplo il quale terrà comunque conto del giudizio espresso dalla stessa Fondazione Comasca. In ballottaggio, per ricevere la quota maggiore di fondi, ci sono com’è noto due cantieri: quello relativo all’avvio del campus universitario al San Martino e quello concernente la ristrutturazione di Villa Olmo. Per sapere come va a finire, l’appuntamento è a gennaio.

Nella foto:
La ristrutturazione di Villa Olmo è uno dei progetti che potrebbe ricevere la quota massima di contributi della Fondazione Cariplo

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.