Sport

Contro il razzismo dispositivo attivo da tempo

altNegli impianti
Grande attenzione contro il razzismo negli impianti sportivi. Un tema che è tornato d’attualità dopo che il Milan ha lasciato la partita di Busto Arsizio con la Pro Patria per gli insulti che sono stati rivolti al suo giocatore Boateng.
Al punto che l’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive ha organizzato un incontro tra i vertici della Figc (tra cui Mario Macalli, presidente della Lega Pro, in cui milita il Como) e il capo della polizia, Antonio Manganelli, in cui è stato

ribadito un atteggiamento di fermezza, che parte dal presupposto che, in caso di problemi durante una gara, si può arrivare alla sua sospensione. Il dirigente del servizio di ordine pubblico sarà eventualmente l’unico responsabile della decisione di sospendere la partita.
Ma cosa cambia sul piano operativo? «Nulla», dicono fonti della Questura di Como. E il perché è presto spiegato: «Questa normativa era già esistente ed è stata ribadita, ma di fatto non rappresenta una novità».
In occasione dei principali eventi sportivi – per quanto riguarda la nostra provincia, le partite di Como e Cantù – viene infatti sempre designato il dirigente responsabile del servizio d’ordine che si coordina sempre con gli arbitri – in particolare con il “quarto uomo” ed è pronto ad intervenire in ogni momento, qualora il direttore di gara ne ravvisasse la necessità.
Quindi nessuna particolare novità, se non una maggiore attenzione verso un problema, quello del razzismo, che viene troppo spesso sottovalutato.

Nella foto:
Mario Macalli, presidente Lega Pro
11 gennaio 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto