Copertina comasca su “Zagor”

La copertina di Alessandro Piccinelli La copertina di Alessandro Piccinelli

L’artista lariano Andrea Piccinelli è due anni autore delle copertine del mensile illustrato “Zagor” dell’editrice Sergio Bonelli e firma anche quella del numero tuttora in edicola, l’albo numero 631, una storia dal titolo Il ritorno di Blondie sceneggiata da Antonio Zamberletti con i disegni di Mauro Laurenti. Zagor è un eroe che nella prima metà del diciannovesimo secolo nel nordest degli Stati Uniti si batte per mantenere la pace, proteggere le tribù indiane e dare la caccia ai criminali. L’albo racconta la storia della conturbante Blondie che evade in maniera rocambolesca da un carcere nel cuore dei Monti Appalachi. La sua non è una fuga verso la libertà, bensì alla ricerca di qualcosa forse legato al suo passato, a Nord, in una città: Scanlon Creek. Per una fortunosa coincidenza, anche Zagor e Cico, il suo fido scudiero messicano, si dirigono nello stesso luogo.

Nato il 3 aprile 1975 a Como, Alessandro Piccinelli ha frequentato la  Scuola del Fumetto di Milano  ed è stato illustratore per il “Corriere di Como”.  Nel 2001 avviene il suo approdo in casa Mediacomics per la realizzazione dell’episodio quattro della prima storia di “Armadel”, fumetto fruibile attraverso Internet. Successivamente a questa esperienza, realizza prove per la testata “Zagor” ed entra a far parte dello staff dello “Spirito con la Scure”, esordendo con la quadrupla avventura “Huron!”, pubblicata a partire dal maggio 2006. Dopo aver lavorato su Zagor, passa in pianta stabile tra i disegnatori di “Tex”. Nel 2016 viene scelto come erede di Gallieno Ferri al timone delle copertine zagoriane e il suo debutto avviene con “Zenith 666”, in edicola dal 1° ottobre di quell’anno.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.