Coppa Italia amara, Cantù si interroga sul futuro. Successo finale di Sassari

alt Basket. Delusione difficile da smaltire
Una squadra che ora si interroga sulle sue prospettive e a cui rimane soltanto il campionato. Non sarà comunque facile riprendere il lavoro per la Vitasnella Cantù dopo la batosta di Coppa Italia. Perché è tale da considerare lo stop di venerdì sera nella sfida dei quarti contro Reggio Emilia, una formazione che per infortunio rinunciava a due elementi importanti come Andrea Cinciarini e Greg Brunner e che nel finale aveva fuori tre giocatori per falli.
Un match che ha palesato i limiti

della formazione brianzola, con nodi al pettine che nelle recenti partite sono emersi: per esempio una pessima partenza (il primo tempo è finito 33-44 a favore dei reggiani) o gli errori negli istanti finali, quando è il momento di chiudere i match.
L’inizio pessimo, oltre che il match con Reggio Emilia, aveva caratterizzato, ad esempio, la trasferta di Eurocup con l’Izmir, e aveva originato la sconfitta che ha quasi definitivamente compromesso il cammino dei brianzoli nella competizione continentale. Il difetto di chiudere i match a proprio favore si è invece palesato nelle recenti trasferte di campionato: a Pistoia, dopo essere stata in vantaggio per tutto il match, la Vitasnella si è fatta raggiungere all’ultimo secondo per poi perdere al supplementare. A Pesaro, contro l’ultima in classifica, il tracollo è arrivato nell’ultima parte.
E alla fine della contesa con la Grissin Bon, Stefano Sacripanti non ha potuto fare altro che ribadire: «Abbiamo fatto le scelte sbagliate nei momenti che contavano. Purtroppo non stiamo giocando la bella pallacanestro che abbiamo mostrato nelle prime partite di campionato. Siamo ovviamente molto delusi, ma l’unica cosa è cercare di fare tesoro di questa situazione per migliorare e trovare una via d’uscita».
Alla fine il trofeo tricolore è andato al Banco di Sardegna Sassari che in finale ha sconfitto Siena per 80-73. I sassaresi nell’ordine hanno superato Milano, Reggio Emilia e i toscani.
Come sempre in questa stagione, per la truppa brianzola non ci sarà tempo per riposare: il prossimo 11 febbraio alle 20.30 i brianzoli ricevono al Pianella i francesi del Nanterre, con l’obbligo di vincere per continuare a sperare nella qualificazione al turno successivo di Eurocup, anche se, per ottenere questo risultato, servono una serie di combinazioni che difficilmente sembrano attuabili. Poi, domenica prossima, torna il campionato con una gara tosta, al Pianella contro Roma.

Nella foto:
Una fase della partita dei quarti di semifinale al Forum, che ha visto la sconfitta di Cantù contro Reggio Emilia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.