Coppa Italia. Cantù getta il guanto di sfida

Basket maschile – Venerdì la Bennet affronta nei quarti Avellino. I brianzoli non nascondono le loro ambizioni dopo il secondo posto del 2011
Con un Perkins in più nel motore, la Bennet Cantù ha iniziato le grandi manovre in vista delle Final Eight di Coppa Italia che venerdì sera la vedranno sfidare nei quarti di finale la Sidigas Avellino (inizio alle ore 20.30).
Un appuntamento a cui la società e tutta la squadra canturina tengono particolarmente nel ricordo della bella cavalcata che le vide protagoniste nella passata edizione quando il team arrivò ad un passo dalla coccarda tricolore, battuto solo in finalissima da Siena
.
«Sì, teniamo tanto alla Coppa Italia – ammette il presidente biancoblù Anna Cremascoli – perché è una bellissima manifestazione in cui può succedere veramente di tutto. Da parte nostra non nascondiamo che ci piacerebbe non fare peggio dell’anno scorso?».
Obiettivo finale, quindi, nel mirino della Bennet che ieri si è dovuta allenare alla Parini di Cantù a causa della momentanea inagibilità del parquet del Pianella, dove però rientrerà già oggi.
Come detto primi allenamenti agli ordini di coach Trinchieri per il nuovo arrivato, il play americano Doron Perkins, che ha già mostrato alcune giocate di alto livello ai tifosi presenti sulle tribune, anche se il general manager Bruno Arrigoni fa il pompiere: «Dobbiamo tutti aver un po’ di pazienza, noi, i tifosi e o lo stesso giocatore – spiega – Non dobbiamo avere fretta e non possiamo pensare che sia competitivo al 100% perché è reduce da uno stop di 10 mesi. Ci penserà il nostro staff a riportarlo in tempi brevi al massimo della sua condizione: la cosa importante è che può giocare subito e già in Coppa Italia potrà darci una mano».
Il diretto interessato non vede l’ora di debuttare in maglia biancoblù e vede positivo in vista delle Final Eight, tanto che non si ferma alla prima sfida con Avellino: «Ritorno a giocare – dice – con una serie di partite che assegnano un titolo prestigioso. Meglio di così non potevo sperare».
Per arrivare a giocarsi il trofeo, però Perkins e i suoi nuovi compagni biancoblù dovranno fare i conti con i lupi della Sidigas Avellino, che hanno il dente avvelenato contro Cantù che di fatto rappresenta per loro un’autentica bestia nera come ha ammesso ieri il coach biancoverde Frank Vitucci: «Battere Cantù è molto difficile – afferma – infatti nelle ultime due stagioni abbiamo sempre perso: lo scorso anno in semifinale di Coppa Italia e anche in campionato perchè c’è un gap strutturale che facciamo fatica a colmare».
La conferma è arrivata anche in questa stagione nel match d’andata del campionato in corso vinto nettamente dalla Bennet all’Ngc Arena per 90-65.
«Una partita, però, che ci ha insegnato tanto – aggiunge Vitucci – e sono sicuro che nella sfida di venerdì a Torino l’orgoglio dei miei giocatori peserà. Perché non abbiamo nessuna voglia di fare un’altra brutta figura».
I lupi di Avellino sono a caccia di rivincite e promettono battaglia. «Si sa, la Coppa Italia è una competizione che fa storia a sé, ecco perché andiamo a Torino, per provare a fare risultato. Sarà dura ma proveremo a battere Cantù».
In dubbio per la sfida di venerdì il talentuoso Valerio Spinelli che seguirà la Sidigas ma non è ancora sicuro che possa scendere in campo. Oggi, intanto, è in programma la conferenza stampa di coach Andrea Trinchieri, che parlerà della caccia al trofeo in palio a Torino.
Intanto la Legabasket ha comunicato che la partita Scavolini Siviglia Pesaro-Cantù che per le avverse condizioni climatiche non si è potuta giocare domenica 12 febbraio verrà recuperata mercoledì 21 marzo alle ore 20.30.
Una data che però resta ovviamente subordinata all’eventuale qualificazione della Bennet ai quarti di finale di Eurolega in programma il 20 marzo (gara 1), 22 e 23 (gara 2 e 3). In casa canturina si spera quindi in un altro rinvio per “impegni continentali”, anche perché, se sarà confermata la trasferta del 21 marzo, la Bennet si troverà a giocare in una settima tre gare toste: domenica 18 in casa con Roma quindi mercoledì 21 a Pesaro, per poi chiudere il trittico ospitando a Cucciago domenica 25 il big match contro Siena.
Una comunicazione ufficiale è peraltro arrivata anche dall’Eurolega che ha reso noto che l’ultima gara delle Top 16 tra Zalgiris e Bennet si terrà a Kaunas il 29 febbraio.

Andrea Piccinelli

Nella foto:
L’allenatore Andrea Trinchieri

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.