Coppa Italia Lega Pro: la semifinale sarà tra Como e Spal

© | . . De Sousa, autore della prima rete degli azzurri

Una partita tra due squadre di antica tradizione: la semifinale di Coppa Italia Lega Pro sarà infatti tra Como e Spal. Lariani ed estensi hanno entrambi vinto per 2-0 le rispettive gare dei quarti, disputate ieri.
Allo stadio Sinigaglia, gli azzurri hanno superato per 2-0 un tosto Renate (reti di De Sousa e Casoli), mentre la Spal ha avuto la meglio contro il Bassano. «Sono sempre sfide belle – ha commentato Carlo Sabatini, allenatore del Como – Fa piacere incontrare squadre che hanno una storia importante e andare in stadi come quello di Ferrara. E poi la Spal al pari del Como, oltre ad aver giocato in passato in serie A, ha anche avuto un vivaio importante, proprio come noi». Ma prima di pensare alla doppia sfida di semifinale con gli estensi (l’altro incontra sarà Pontedera-Cosenza), incombe il campionato. Domenica, alle 16, allo stadio Sinigaglia arriva l’AlbinoLeffe poi, il sabato successivo, ci sarà la trasferta a Venezia.
I numeri per ora sono dalla parte del nuovo allenatore: per Sabatini, dopo il suo arrivo sul Lario, il bilancio è di un pareggio (con la Torres) e due successi (domenica a Vicenza con il Real e ieri in Coppa con il Renate).
«Ma abbiamo appena imboccato una strada, non posso già fare bilanci» ammonisce il tecnico.
La gara di ieri contro il Renate è stata l’occasione per fare qualche esperimento contro una formazione che ha fatto di tutto per mettere in difficoltà gli azzurri.
«Quando si arriva ai quarti di una competizione – afferma ancora l’allenatore – la posta in palio è sempre alta e nessuno vuole perdere. Abbiamo provato la difesa a quattro e direi che possiamo essere soddisfatti».
Un buon esordio, tra l’altro, per il nuovo acquisto Andrea Marconi, il difensore-centrocampista appena arrivato dalla Pro Vercelli, positivo sia al momento di presidiare la retroguardia sia nella fase di attacco, con qualche suo azzeccato inserimento nella manovra in avanti. Bene anche il centrocampista Alessandro Rinaldi, che potrebbe avere sempre più spazio nella seconda parte della stagione, e il portiere Diamante Crispino, che è stato riproposto come titolare.
«In ogni caso, a me interessa soprattutto la mentalità della squadra – sottolinea ancora Carlo Sabatini – Mi piace questo Como che lotta, che fa di tutto per vincere, magari anche soffrendo».
Archiviata la partita contro il Renate, l’attenzione è ora verso il match di domenica prossima con l’AlbinoLeffe. Dall’infermeria potrebbero uscire, e quindi essere disponibili per la gara con gli orobici, l’attaccante Edoardo Defendi e l’attesissimo Marco Cassetti.
Per quanto riguarda il mercato, l’Aquila ha richiesto Claudio De Sousa. E, come dice il direttore sportivo Giovanni Dolci, «per quanto mi riguarda il giocatore rimarrà qui, ma fino a lunedì può succedere di tutto».
L’intenzione è di ingaggiare un centrocampista, mentre è stato chiesto al Varese l’attaccante Neto Pereira. La trattativa non è stata portata avanti: il giocatore è considerato una bandiera dei biancorossi e per ragioni “ambientali” è stato deciso di lasciar perdere.
Massimo Moscardi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.