Cordata per il nuovo Sinigaglia, c’è anche Berthold

Thomas Berthold oggi

Ci sarebbe anche l’ex giocatore tedesco di Verona e Roma, nonché campione del mondo a Italia ’90, Thomas Berthold nella “cordata lombarda” interessata alla riqualificazione del Sinigaglia. La notizia è interessante perché fa capire come il business degli stadi, in Italia, stia crescendo e muovendo interessi di ogni genere.

Berthold, che in Italia, in 4 stagioni, giocò 159 partite vincendo una Coppa Italia con la Roma, è oggi dentro il business degli impianti sportivi. Detiene infatti il 20% della società «Nuova Arena srl», costituita il 22 febbraio dello scorso anno con l’obiettivo di costruire il nuovo “Bentegodi” a Verona, ed è socio dell’imprenditore messicano César Octavio Esparza Portillo, fondatore della società Juego de Pelota, con base a New York e specializzata in «sviluppo di stadi sostenibili».
A proposito del nuovo stadio di Verona si è parlato di un progetto dell’architetto François Clement, della società londinese Populous, lo stesso che ha già firmato il nuovo stadio del Tottenham; e dell’interessamento di un’altra grande impresa londinese, l’International Stadia Group, specializzata nell’elaborare piani finanziari per gli stadi privati. Sarebbe davvero interessante capire se dietro la “cordata lombarda”, oltre a Berthold, ci siano gli stessi attori che oggi sono al lavoro a Verona.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.