Coronavirus, Fontana: “Serve rigore. Non fate i furbi”

Il governatore lombardo Attilio Fontana

“Il rigore va mantenuto e implementato. Senza fare i furbi”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, incontrando oggi la stampa per fare il punto sull’emergenza Coronavirus e per ringraziare tutti coloro che stanno contribuendo “in maniera significativa” alla raccolta di fondi. “Non so più come dire alle persone – ha ribadito Fontana – che devono stare in casa, per il loro bene, per il bene di tutti”.

“Sono accaduti tanti fatti che – ha quindi sottolineato il presidente – confermando la grandissima solidarietà dei nostri cittadini. Ieri iniziavamo ad essere vicini alla fine della disponibilità dei posti letto in rianimazione. Questa mattina, grazie al presidente Francesco Rocca, sono arrivati 40 respiratori che ci consentono di dare risposte concrete ai cittadini.  Il mio grazie pero’ continua ad andare anche ai nostri straordinari medici, infermieri e ai volontari delle Onlus, alla Protezione civile e ai numerosissimi imprenditori che non ci fanno mancare il loro sostegno. Oggi penso a Silvio Berlusconi, a Giuseppe Caprotti e alle Fondazioni Invernizzi e Veronesi. Ringrazio anche la Sapio, Allianz e il Consorzio Grana Padano che stanno intervenendo direttamente con atti concreti”.

“Sono tutte dimostrazioni – ha continuato – di grande solidarietà come quelle di tantissimi cittadini che continuano a donare per quello che è nelle loro disponibilità. Abbiamo ricevuto offerte da 5 euro a 10 milioni. Ringrazio anche il corpo di ballo della Scala che sta realizzando un video per raccomandare quei comportamenti che continuiamo a chiedere ai nostri cittadini”.

“Oggi – ha proseguito Fontana – ho avuto un’altra riunione operativa con il team di Bertolaso. Devo dire che c’è stata una notevole accelerazione per la realizzazione dell’ospedale in Fiera Milano. Sono ottimista, aspettiamo le ultime risposte sui respiratori”. Il presidente rispondendo a una domanda dei cronisti ha ribadito che “continua anche il confronto con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella” che “è molto attento ed esprime la sua vicinanza e il suo sostegno a chi lavora sul campo. Credo che debba essere sempre aggiornato di ogni evoluzione della situazione”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.