Coronavirus, Gallera: “Calo di accessi negli ospedali”. I dati di Como e della Lombardia

“Sarebbe folle vanificare tutto. Capiamo che rimanere in casa con i bambini è faticoso, ma stare chiusi in casa è quello che oggi ci porta a dire che iniziamo a vedere una piccola luce in fondo al tunnel. E se questo avviene è per la capacita’ di resistere dei cittadini. Non possiamo mollare, bisogna andare avanti cosi'”.

Lo ha detto l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, durante la consueta diretta Facebook sulla pagina di LombardiaNotizieOnline per fare il punto sull’emergenza Coronavirus.

“In tutti i presidi ospedalieri – ha aggiunto – abbiamo una riduzione degli accessi ai pronto soccorso e dei ricoverati. Siamo in una fase in cui rallenta la crescita e continua l’attività sul territorio. Ieri a Milano sono state fatte 72 visite e a Pavia 158. Stanno comunque partendo in tutte le Ats”.

A Como i casi positivi sono 1.157, con un aumento di 56 rispetto a ieri.

Ecco i dati dei contagi regionali di oggi e quelli precedenti:

Positivi sono: 44.773 ieri 43.202 (+1.047) l’altro ieri: 42.161 (+1.154)
Deceduti: 7.593 ieri: 7.199 (+381) l’altro ieri: 6.818 (+458)
I dimessi e in isolamento domiciliare 23.911, di cui 11.415

con almeno un passaggio in ospedale e quindi in isolamento domiciliare e 12.496 per cui non si rileva alcun passaggio in ospedale.

In terapia intensiva: 1342 (+18) ieri: 1.324 (-6) l’altro ieri: 1.330 (+2)

I ricoverati non in terapia intensiva: 11.927 (+44) ieri: 11.883 (+68) l’altro ieri: 11.815 (+202)
I tamponi effettuati: 121.449, ieri: 114.640, l’altro ieri: 111.057

Nelle grafiche, la situazione delle province e dei tamponi:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.