Coronavirus: Ghirelli, ben vengano iniziative come a Monza

N.1 Lega Pro: "E' l'unico modo per salvare il giocattolo-calcio"

(ANSA) – ROMA, 04 APR – "In questo momento tutte le iniziative che sul territorio portano a un accordo fra le società e i calciatori sono benvenute, perché il territorio è il luogo dove più direttamente si possono vedere e conoscere le esigenze dell’altro. Siamo in una situazione estremamente drammatica della vita di ogni persona e del Paese: in questo momento il primo problema è la salute, lo stare insieme ai propri cari". Così Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro, commenta all’ANSA l’iniziativa dei calciatori del Monza di accettare il taglio del 50% degli stipendi. "Abbiamo bisogno della consapevolezza che tutti facciano dei sacrifici, a seconda delle proprie possibilità – aggiunge – perché questo è l’unico modo di poter tenere insieme questo bel giocattolo che è il gioco del calcio. Non posso che essere contento e avere un atteggiamento positivo sulla vicenda del Monza, perché vuol dire che si è trovato un punto di unità in cui ognuno fa la propria parte". "Dietro il Monza c’è un grande imprenditore come Paolo Berlusconi alla presidenza e un patron come il fratello Silvio, nella dirigenza c’è Adriano Galliani – conclude -. Il calcio è fragilissimo e, se le aziende non dovessero tenere, il primo a essere spazzato via sarebbe il calcio, le società, in particolare le nostre. Rischia di essere spazzato via un grande impianto sociale, che è unico nel mondo, come la storia dei Comuni. Alla fine, se dovesse accadere una cosa del genere, il Paese sarebbe più povero". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.