Coronavirus, l’aggiornamento: sono 98 i casi comaschi

como, ospedale s.anna, pronto soccorso

«Ora servono controlli rigidissimi, quale garanzia per la tutela dei cittadini e dei lavoratori. I contagi in Lombardia sono ancora in crescita, ma non è una sorpresa. La svolta nelle misure restrittive è stata lunedì scorso e ci auguriamo di vedere i risultati a distanza di circa due settimane da quel momento». Lo ha detto oggi l’assessore al Welfare della Lombardia Giulio Gallera introducendo l’ormai consueto bollettino dell’emergenza coronavirus nella regione.

I contagi su scala lombarda hanno toccato quota 8.725, con un aumento di 1.445 rispetto al giorno precedente. I tamponi eseguiti sono quasi 30mila.

In provincia di Como, come evidenziato dallo stesso assessore al Welfare, i pazienti contagiati sono 98 ed è ormai elevato il numero di comuni coinvolti. Molti sindaci hanno pubblicato comunicazioni ufficiali sulla situazione dei propri territori sui siti istituzionali delle amministrazioni comunali, con eventuali indicazioni da seguire.

Dall’inizio dell’epidemia, sono complessivamente dieci i comaschi ricoverati nei diversi ospedali lombardi, che hanno perso la vita. «La crescita regionale è in linea con quella di ieri – ha detto sempre l’assessore Gallera – Un dato che si può vedere come positivo è invece quello dei ricoveri. I pazienti in ospedale sono 4.247 (+395), inferiore ai giorni precedenti. Questo è un dato positivo».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.