Coronavirus, nasce il Centro operativo comunale. Servizi dedicati agli over 65 e ai più bisognosi

Palazzo Cernezzi

L’emergenza Coronavirus richiede sforzi straordinari. E così il Comune, dalla prossima settimana, ha annunciato l’apertura del Centro Operativo Comunale per rispondere alle necessità dei cittadini comaschi, soprattutto delle fasce più deboli. Una notizia che sicuramente avrà un effetto positivo su tante persone, soprattutto della terza età che da giorni si trovano impreparati nell’affrontare e gestire, specialmente nelle piccole faccende, la quotidianità ai tempi del Covid 19. Si è però trattato anche di un annuncio contraddistinto da una nota politica forte e strettamente collegata alle turbolenze in maggioranza, scoppiate in fase di discussione e approvazione del bilancio. Ma andiamo con ordine: va innanzitutto detto che il Coc non fornirà assistenza sanitaria, garantita dai presidi idonei, ma si focalizzerà sulle altre necessità, concentrandosi sugli over 65. Dalla consegna della spesa e dei medicinali agli anziani, al fornire informazioni di base su come gestire la situazione eccezionale. Il Coc si insedierà nel comando della polizia locale e risponderà ai cittadini. I numeri telefonici e l’orario del servizio – si sta studiando la possibilità di tenerlo in funzione 24 ore al giorno – verranno resi noti la prossima settimana. A presentare il nuovo strumento di contrasto all’emergenza dettata dal Covid 19 erano presenti ieri in Comune il sindaco di Como Mario Landriscina, assieme al vicesindaco Adriano Caldara e all’assessore alla Protezione Civile Elena Negretti. «È uno strumento che di solito viene dedicato ad altre situazioni, come la gestione dei grandi eventi sportivi, che in questo caso sarà dedicato all’emergenza in atto», dice l’assessore Negretti. Ma è stato l’intervento del vicesindaco Caldara che ha spiegato come sia necessario reperire risorse sia per il Coc che per far fronte ai gravi danni economici già reali causati dall’emergenza Coronavirus, ad aver creato i più svariati commenti. L’invito alla compattezza politica – chiaro il riferimento all’atteggiamento di Forza Italia sempre più in disaccordo con la maggioranza – «per approvare quanto prima il bilancio», ha lasciato il segno. Le ripetute assenze di Forza Italia dall’aula di Palazzo Cernezzi durante le ultime sedute, proprio con all’ordine del giorno il bilancio, sono infatti apparse un chiaro riferimento dell’assessore. Tornando al Coc, va sottolineato come «sia necessaria un’azione congiunta – ha detto l’assessore Negretti – Per questo chiediamo la collaborazione di tutti: a partire dalle educatrici che al momento sono a casa per via degli asili chiusi, al controllo del vicinato, ai referenti dei centri anziani». A breve, come detto, verranno forniti i dettagli operativi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.