Coronavirus, numeri in crescita oltreconfine. Sei casi in Ticino oltre al militare di Bellinzona

Prime due positività a Bologna

Sei casi di positività al Coronavirus tra residenti in Canton Ticino. Cifra che sale a sette se si considera anche il primo militare svizzero contagiato, che come riporta il sito ticinonews.ch è residente nel Bellinzonese.
Salgono giorno dopo giorno anche i numeri dei contagi rossocrociati.
Ieri pomeriggio se ne contavano complessivamente 44, tra Ticino, canton Zugo, Basilea Città, Neuchâtel, Vaud e Vallese.
Per quanto riguarda i ticinesi, quattro su cinque, compreso il militare, avrebbero riferito di essersi recati di recente a Milano. Tra i quattro nuovi casi registrati in Ticino ci sono due donne, entrambe del Luganese. La prima paziente era in stretto contatto con l’80enne ricoverato in terapia intensiva alla clinica Moncucco.
L’anziano rimane il più grave tra i positivi ticinesi ed è anche l’unico che sembra non avesse fatto alcun viaggio in Italia di recente. L’altra donna, annunciata ieri tra i contagiati, è una residente nel Luganese, che recentemente ha soggiornato in Lombardia.
Per tutti i casi è in corso la ricostruzione dei contatti stretti degli ultimi giorni. Le misure di quarantena sono scattate immediatamente, come riferisce ticinonline.ch.
Confermato ieri anche il primo caso svizzero di guarigione dal virus. Si tratta anche della prima persona ufficialmente infettata nel canton Ginevra, che ha potuto lasciare l’ospedale.
A livello di informazione, sono due i portali che forniscono regole di comportamento e risposte ai principali quesiti. Si raggiungono agli indirizzi www.ufsp-coronavirus.ch e www.ti.ch/coronavirus. Per qualsiasi dubbio è attiva anche una linea telefonica dedicata che risponde dalle 7 alle 22 al 0800.144.144.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.