Coronavirus: ‘Parlamento sia attivo’

Presidente emerito Consulta

(ANSA) – ROMA, 22 MAR – "E’ illusorio pensare che il 3 aprile questa situazione drammatica, senza precedenti a livello nazionale e internazionale, possa essere risolta. Per questo anziché inseguire quotidianamente i diversi provvedimenti dettati dall’emergenza del Coronavirus sarebbe meglio avere un provvedimento unico, un quadro organico complessivo, delineato in base ai dati e ai saperi epidemiologici. Adesso che è superata la fase della gradualità, occorre parlare con una voce sola e la responsabilità maggiore nell’indicare la strada è del governo che, anche nelle materie a competenza concorrente con le Regioni, conserva il suo spazio e potere di supremazia su base costituzionale". A dirlo, in questi giorni in cui proliferano ordinanze e decreti di sindaci, governatori, Protezione civile e Presidenza del Consiglio, è il presidente emerito della Consulta Cesare Mirabelli che richiama il Parlamento ad essere "attivo perchè non è in quarantena e non può entrarci".

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.