Coronavirus: scatta stretta Gb, ma riaprono scuole private

In vigore tetto 6 persone in contatti sociali

(ANSA) – LONDRA, 14 SET – E’ da oggi in vigore in Inghilterra, Scozia e Galles la rinnovata restrizione sui contatti sociali annunciata nei giorni scorsi dal premier Boris Johnson quasi come un’ultima spiaggia per provare ad allontanare lo spettro di un secondo lockdown nazionale dopo il rimbalzo recente dei contagi da cornavirus registrati nel Regno Unito a una quota giornaliera consolidata di oltre 3.000. Il provvedimento – che impone con vincolo legale un tetto di 6 persone al massimo per qualsiasi incontro privato, in casa e non, pena interventi della polizia e multe salate – vede la luce nello stesso giorno in cui si completa la riapertura delle scuole nel Paese, con il ritorno in classe anche negli ultimi istituti privati dopo il via libera alla generalità di quelli pubblici scattato nei primissimi giorni di settembre. La cosiddetta ‘regola del 6’ sarà applicata con severità, ha ammonito oggi il viceministro dell’Interno Kit Malthouse, arrivando a invitare la popolazione a denunciare eventuali violazioni da parte di vicini di casa. Critiche contro questo giro di vite continuano peraltro a piovere da esponenti dell’ala della destra più libertaria della stessa maggioranza Tory a Westminster. Con alcuni deputati che fanno pressione sul governo Johnson per ottenere almeno un’esenzione dalla stretta per i bambini anche in Inghilterra: così come già previsto dalle autorità locali in Galles e in Scozia, dove gli under 11 e gli under 12 non saranno rispettivamente conteggiati nel limite delle sei persone. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.