Coronavirus: Starmer attacca Johnson

Su morti negli ospizi

(ANSA) – LONDRA, 13 MAG – L’ondata di morti per coronavirus nelle case di riposo britanniche è stata al centro oggi del botta e risposta fra il leader dell’opposizione laburista Keir Starmer e il premier conservatore Boris Johnson nel loro secondo faccia a faccia nel Question Time del mercoledì alla Camera dei Comuni. Starmer ha denunciato un differenziale di 18.000 decessi negli ospizi fra gli anziani nell’aprile di quest’anno (26.000 morti stimate) e gli 8.000 del 2019, notando come i dati ufficiali ne abbiano attribuiti finora 8.000 circa al Covid-19, senza spiegazioni sugli altri 10.000. Ha inoltre rinfacciato al governo di non aver modificato fino all’11 marzo l’indicazione che escludeva rischi specifici maggiori nella case di riposo, e di non aver garantito test e protezioni tempestive ad hoc. Johnson ha ammesso l’impatto "spaventoso" dell’epidemia negli ospizi, con un numero di vittime "troppo alto", osservando però che la tendenza è stata gradualmente invertita e che i numeri sono adesso in calo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.