Corpo seppellito nel bosco il giallo si infittisce

I resti non corrisponderebbero ad alcuna denuncia di scomparsa nel Comasco

Non corrisponderebbero ad alcuna segnalazione di persona scomparsa fatta in provincia di Como i resti del corpo trovato in modo fortuito nei boschi sotto il Cornizzolo, da un gruppo di giovani impegnati nell’operazione “Giornata del verde pulito”. La salma rimane nelle mani della procura e dei carabinieri della compagnia di Como che hanno avviato le indagini per cercare di risalire all’identità della vittima e la causa della morte.

L’ipotesi sul banco è ovviamente quella di omicidio. L’unica che spiegherebbe il perché della volontà di disfarsi si un corpo in una zona tanto nascosta quanto relativamente facile da raggiungibile. Ieri, sulla salma, è stata eseguita l’autopsia e sono stati avviati altri accertamenti tecnici per rilevare le impronte. Stretto riservo sull’esito dell’esame.

Al momento l’unico elemento trapelato pare l’assenza di corrispondenze tra segnalazioni di scomparsa anche recenti in provincia di Como. Un particolare che infittisce ancora di più l’ultimo giallo del Triangolo Lariano.

Articoli correlati