Sport

Correva l’anno di grazia 2001. Dieci comaschi professionisti

altI tempi sono cambiati
Dal Duemila ai giorni nostri il ciclismo comasco conosce il suo periodo di maggior splendore nella stagione 2001, con ben dieci professionisti in attività. Un confronto che stride, se si pensa che oggi i nostri “Pro” sono soltanto tre.
Di quel gruppo di atleti il nome di Alberto Elli divenne conosciuto al grande pubblico quando, nel Tour de France 2000, all’età di 35 anni, indossò per quattro giorni la maglia gialla. Correva per la tedesca Telekom ed era gregario di Jan Ullrich. Perse il

primato nella tappa pirenaica a favore di Lance Armstrong.
L’unico corridore ancora in attività di quel gruppo è Luca Paolini, che da Brenna si è trasferito a Lambrugo, e oggi gareggia per la formazione dei dirigenti russi, Katusha, ed è da anni un punto di riferimento della Nazionale italiana. All’epoca era alla Mapei-Quick Step.
Un gruppo, quello del 2001, di atleti che per la maggior parte erano gregari, anche se non mancava qualche nome di spicco come Salvatore Commesso (di Pusiano, portacolori del Team Saeco), che nel suo curriculum vanta la conquista di due campionati italiani.
C’era poi Ruggero Borghi (canturino della Tacconi Sport Vini Caldirola), che chiuse al primo posto nel 2000 e proprio nel 2001 nella classifica del Trofeo dello Scalatore.
Lorenzo Di Silvestro (Cadorago, Tacconi Sport Vini Caldirola), vinse il Giro di Slovenia 1996, poi in anni recenti si è affermato come team manager di squadre ciclistiche.
Non molti spunti, ma un solido lavoro da gregari, per Cristiano Frattini (Albavilla, Liquigas Pata) e Oscar Pozzi (Pusiano, Fassa Bortolo).
Di Massimiliano Razzari (Guanzate, portacolori della Colpack Astro) si sono perse le tracce, dopo due stagioni da professionista (2000 e 2001).
Qualcosa di buono nella loro carriera hanno invece combinato Gianluca Tonetti (Erba, nel 2001 alle Selle Italia Pacific) e Guido Trentin (Guanzate, della Cofidis).
Tonetti, nel 1989, al suo esordio tra i “Pro”, al Giro d’Italia vestì la maglia blu di leader della classifica dell’Intergiro. Poi nella sua lunga carriera, chiusa nel 2003, non sono mancate vittorie e buoni piazzamenti.
Di Guido Trentin si può ricordare, come più grande gioia, una vittoria alla Vuelta di Spagna nel 2002.

D.Vig.

Nella foto:
Alberto Elli
20 gennaio 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto