Elezioni 2012

Così i comaschi hanno premiato o voltato le spalle ai 4 big in lizza

L’analisi – Le preferenze per Lucini, Bordoli, Rapinese e Gaddi
Non mancano le sorprese nell’analisi del voto suddiviso per le 74 sezioni elettorali del capoluogo.
Il dato più interessante riguarda le performances dei 4 candidati più votati: Mario Lucini, Laura Bordoli, Alessandro Rapinese e Sergio Gaddi.
Partendo dalla Bordoli, il primo dato riguarda l’allineamento quasi perfetto tra la percentuale complessiva colta dalla candidata del Pdl (13,6%) e i voti espressi nel cuore del capoluogo. A due passi dal Comune, nelle 4 sezioni del seggio di via Perti, la Bordoli si è attestata
rispettivamente al 13,46%, al 12,83%, all’11,7% e al 13,18%. Le elezioni, per la candidata del Pdl, avrebbero avuto un’altra storia se in tutti i seggi si fosse replicato il voto raccolto all’ospedale Valduce (dove comunque Mario Lucini, del centrosinistra, è riuscito ad arrivare al 40%). Qui la candidata pidiellina ha colto il 30%. Sarebbe stata una catastrofe, invece, se in più quartieri si fosse ripetuto il voto espresso nei suoi confronti al seggio di via Santa Chiara, a Muggiò, dove la Bordoli ha preso il minimo: 8,15%.
Per quanto riguarda Lucini, il il candidato del centrosinistra ha vinto in tutti i seggi della città. I picchi sono stati diffusi (oltre al già citato Valduce): alla sezione 9 di via Sinigaglia (39%), alla 13 di via Brambilla (40,7%), alla 18 di via Fiume (42,7%) per il centro; alla 39 e alla 40 di via Santa Chiara (con il 54% e addirittura il 57,3%) oltre che alla 43 di via IV Novembre (54,9%), per le periferie di Muggiò e Albate. Il picco minimo (rispetto al 35,5% finale) è stato registrato da Lucini a Sagnino, nella sezione 69 di via Mognano, dove ha preso il 20%.
Passando al candidato della Lega Nord, Alberto Mascetti (6,89% finale), colpisce la disaffezione degli elettori in un seggio centralissimo come quello di via Perti. Alle quattro sezioni, il candidato leghista non ha mai nemmeno pareggiato il dato conclusivo, segnando addirittura un 2,56% alla numero 3. Significativo anche il dato al Valduce: 2% secco. I dati migliori, Mascetti li ha fatti segnare a macchia di leopardo tra i quartieri, senza mai superare il 10% (10,6 alla 28 di via Viganò, il 10,4 alla 33 di via Per Brunate, il 10% in via Giussani, e il 10,7 in via Nicolodi).
Per quanto riguarda Alessandro Rapinese (9,83% finale), clamorose le percentuali in centro: nelle 4 sezioni di via Perti ha oscillato tra il 17 e il 21%. In via Sinigaglia tra il 10 e il 15, in via Brambilla (sezione 11) Rapinese si è spinto fino al 18%. E anche nelle vie Fiume e XX Settembre sono numerosi i 14-15%. Hanno voltato le spalle al candidato di Adesso Como e No Logo le vie Spallanzani (11% nella prima sezione ma tra il 5 e il 6% le restanti due) e soprattutto Albate (in via IV Novembre mai oltre il 6,08%). I picchi minimi alla sezione 55 di via Nicolodi (2,96%) e alla 66 di via Mognano, a Sagnino (3,75%).
Per chiudere con i 4 big, Sergio Gaddi (8,3%). Molto bene in via Sinigaglia (a parte l’8,4 della sezione 9, sempre tra il 10 e il 12%), un picco alla sezione 12 di via Brambilla (14,2%), non troppo amato in via Fiume (collezionati due 6% e rotti) ma poco convincente soprattutto ad Albate (in via IV Novembre registrati un 4,3%, picco minimo, e un 5% netto), in via Nicolodi (sezione 55, 4,8%) e in via Bellinzona (sezione 65, ancora 4,8%).

Emanuele Caso

Nella foto:
Sorprese
Analizzando il voto espresso dai comaschi nelle diverse sezioni elettorali della città, non sono mancate le sorprese rispetto alle preferenze per i primi 4 candidati
10 maggio 2012

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto