Covid, brusco aumento terapie intensive Abruzzo, occupato 34%

Al completo da giorni il Covid Hospital di Pescara

(ANSA) – PESCARA, 16 FEB – Rapido aumento delle terapie intensive in Abruzzo, che passano dalle 57 di ieri alle 64 di oggi: sono sette in più, al netto di decessi, dimissioni e 11 nuovi ricoveri. Il tasso di occupazione dei posti letto di rianimazione, che già ieri aveva superato la soglia di allarme del 30%, arriva al 33,86%, raggiungendo valori analoghi alla prima metà di dicembre scorso. I ricoveri sono in tutto 599, cinque più di ieri. In particolare, oltre a quelli in terapia intensiva, ci sono 535 pazienti (-2) in area medica. In questo caso il tasso di occupazione dei posti letto è 35,9%, a fronte di una soglia d’allarme del 40%. Gli altri 11.705 positivi (+322) sono in isolamento domiciliare. Fortissima la pressione sull’ospedale di Pescara, dove tutta la catena di gestione dell’emergenza – dal 118 al pronto soccorso alle aree di degenza – è in tilt. Al completo da giorni il Covid Hospital: decine i pazienti trasferiti in altre strutture. Ricoverati anche 30enni e 40enni con sintomi importanti. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.