Covid: Colombia, Bogotà riduce allerta

Revoca quarantene per settori. Sindaca

(ANSA) – BOGOTA’, 03 FEB – La capitale colombiana Bogotá ha ridotto da rosso ad arancione lo stato di allerta sanitaria decretato settimane fa, dopo aver registrato una riduzione del livello di occupazione delle unità di terapia intensiva negli ospedali, passata dal 94% all’81%. La sindaca Claudia López ha preso questa decisione spiegando che è stata superata la seconda ondata di infezioni da coronavirus nella città, la più colpita dalla pandemia in tutto il Paese. L’amministrazione comunale ha inoltre revocato la quarantena decretata in diverse zone della capitale, mentre ha deciso di mantenere le restrizioni mirate per l’accesso delle persone agli esercizi commerciali, ai servizi pubblici e bancari. "Bogotá continuerà a dipendere per tutto il 2021 dalla nostra attenzione individuale e collettiva, dall’adozione e dal rispetto delle misure di sicurezza che abbiamo preso come città", ha avvertito López. Le autorità della capitale hanno infine precisato che dall’8 febbraio le scuole private potranno tornare "gradualmente e progressivamente" alle lezioni in presenza. La settimana successiva potranno farlo gli istituti pubblici. Anche le università possono tornare alle lezioni in presenza, ma con capacità ridotta. Le autorità sanitarie colombiane hanno riportato martedì sera 10.091 nuovi casi di Covid-19 e 304 nuovi decessi in 24 ore. Il totale dei contagi è salito a 2.114.597, con 54.576 morti. Bogotà continua a essere il territorio più colpito dal coronavirus nel Paese, con 619.894 casi. La capitale è seguita dai dipartimenti di Antioquia (nord-ovest) con 327.802 contagi, Valle del Cauca (sud-ovest) con 178.104 e Atlántico (nord) con 115.849. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.