Covid costato quasi un mld di sterline a Premier League

Reddito -13% ma in stagione 2019/20 profitti per 5

(ANSA) – LONDRA, 15 GIU – I club della Premier League hanno dichiarato di avere subito, a causa della pandemia di Covid-19, una perdita cumulativa ante imposte di un miliardo di sterline(poco più di un miliardo e 16 milioni di euro) nella stagione 2019/20, secondo quanto riportato dalla società di revisione Deloitte. Si tratta – aggiunge la società – della perdita più grande di sempre per i 20 club della Premier League. Privati ;;dei loro tifosi e quindi dei loro principali introiti commerciali (biglietteria, vendita di magliette ecc.) e costretti a ridurre gli importi dei diritti televisivi, il reddito complessivo ante imposte dei club d’élite inglesi è diminuito di circa il 13%. "L’impatto finanziario complessivo della pandemia sulla Premier League – ha affermato Dan Jones, della Deloitte – dipenderà da quando i tifosi torneranno numerosi negli stadi e dalla capacità dei club di mantenere e sviluppare le relazioni commerciali, in particolare in un momento in cui molti altri settori stanno soffrendo". Per Dan Jones, questa "stagione Covid" "continuerà ad avere un pesante impatto sui risultati finanziari della stagione 2020-21 quando saranno disponibili". L’assenza del pubblico, secondo l’analista, dovrebbe "ripercuotersi maggiormente sui risultati finanziari dell’esercizio finanziario 2020/21" che si è svolto quasi interamente a porte chiuse, ovvero con un numero ridottissimo di spettatori nei palchi. Comunque, anche al netto delle perdite, i 20 club della Premier League, il campionato di calcio più pubblicizzato d’Europa, hanno comunque realizzato un profitto complessivo di 4,5 miliardi di sterline (circa 5,2 miliardi di euro) durante la stagione 2019/20. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.