Covid: familiari vittime in piazza a Bergamo con striscioni

Protestano contro il funzionamento delle Commissioni d'inchiesta

(ANSA) – BERGAMO, 31 LUG – Una sessantina di familiari delle vittime del coronavirus si sono ritrovati questa mattina davanti a Palazzo Frizzoni, sede del municipio di Bergamo, con striscioni con la scritta ‘#sereni’ (riportato anche sulle mascherine), per criticare quanto stabilito dalle Commissioni parlamentari che si dovranno occupare soltanto di quanto avvenuto prima del 30 gennaio 2020, giorno prima della dichiarazione d’emergenza nazionale. In piazza con i familiari c’erano anche Giuseppe Marzulli, ex direttore sanitario dell’ospedale di Alzano Lombardo, che fu al centro dell’epidemia nella tragica primavera dell’anno scorso, il generale Pier Paolo Lunelli e i legali che hanno intrapreso la causa civile a Roma. Tra loro l’avvocato Consuelo Locati, che ha mostrato alcuni documenti. Tanti familiari hanno invece mostrato la foto dei loro cari morti di Covid-19. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.