Covid: Gb, terminal a parte per arrivi da Paesi a rischio

Zona rossa a Heathrow per chi rimpatria da India e altre 42 mete

(ANSA) – LONDRA, 01 GIU – E’ da stamane operativo nell’aeroporto di Heathrow, il principale scalo di Londra, un terminal a parte riservato a chi rimpatria nel Regno Unito dai 43 Paesi a maggior rischio Covid inseriti ad oggi dal governo di Boris Johnson nella cosiddetta ‘lista rossa’. Paesi verso i quali è vietato viaggiare – salvo giustificazioni eccezionali – ma da cui i cittadini britannici, irlandesi o permanentemente residenti possono comunque rientrare rispettando procedure draconiane che includono – oltre ai tamponi – una quarantena precauzionale obbligatoria di 10 giorni a proprie spese in alberghi ad hoc sorvegliati. Il terminal è regolato da procedure di sicurezza sanitaria speciali e dovrebbe garantire la possibilità di tenere i passeggeri in arrivo da questi Paesi separati da tutti gli altri durante le fasi di sbarco, i controlli di frontiera e fino al successivo trasferimento negli hotel. Della lista rossa fa parte l’India, da cui ha avuto origine la variante del coronavirus (detta Gamma) che più preoccupa al momento l’isola, nonché varie nazioni latinoamericane e africane (dove si sono diffuse nei mesi scorsi le mutazioni brasiliana o sudafricana), oltre che asiatiche. L’Italia fa invece tuttora parte con 170 Paesi circa della ‘lista arancione’ (o ambra), ossia delle mete verso le quali restano esclusi i viaggi per turismo e da cui per chi arriva sono previsti tre test e una quarantena domiciliare di 10 giorni. Mentre 10 territori sono oggi esentati dall’autoisolamento nella ‘lista verde’ britannica (in Europa solo Portogallo, Gibilterra e Islanda). (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.