Covid: Gb, troppi casi su isola Wight, elicotteri in azione

Contagi moltiplicati per 74 da Natale

(ANSA) – LONDRA, 12 GEN – Da territorio con meno contagi da Covid nel Regno Unito a focolaio esplosivo in pochi settimane. E’ allarme negli ospedali dell’isola di Wight, a sud dell’Inghilterra, dove i casi si stanno moltiplicando in percentuale "astronomica", secondo quanto rivelato oggi da fonti mediche al Guardian online e dove i reparti ospedalieri locali sono ormai saturi tanto da richiedere l’intervendo di elicotteri per il trasferimento di pazienti in emergenza verso ospedali della mainland britannica. Le fonti indicano un incremento di contagi sulla piccola isola – poco più di 140.000 abitanti in tutto – di ben 74 volte rispetto al periodo prenatalizio: quando Wight era ai livelli più bassi di esposizione alla pandemia nell’intero Paese e fra i pochissimi territori dell’Inghilterra (meno dell’1% del totale) lasciato a dicembre in zona gialla. Un’allerta con restrizioni relativamente limitate, che pare abbia indotto la popolazione locale ad abbassare diffusamente la guardia durante le celebrazioni di Natale, con riunioni familiari e assembramenti collettivi oltre ogni precauzione, a quanto scrive il giornale. Stando ai medici, questi comportamenti sono tra i fattori del boom di contagi recente, alimentato anche dalla ‘variante inglese’ più virulenta del Covid, con un totale di 1871 casi censiti solo tra Capodanno e il 10 gennaio, prima e dopo l’introduzione del terzo lockdown nazionale: ossia il 43% della somma complessiva registrata su questa isola separata fin dall’inizio della pandemia. Da qui, l’esaurimento dei posti letto locali, almeno per i pazienti più gravi, l’avvio ora d’una sorta di ponte aereo per il trasferimento delle ultime persone infettate. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.