Covid: Israele sperimenta vaccino su due volontari

Prima fase test. ''Brilife' messo a punto da Istituto Nes Tziona

(ANSA) – TEL AVIV, 01 NOV – Israele ha cominciato la prima fase della sperimentazione clinica del vaccino anticovid (Brilife) prodotto dall’Istituto per la Ricerca Biologica di Nes Tziona che gravita nell’ambito del ministero della difesa. La sperimentazione – che sarà graduale in base alle reazioni riscontrate – riguarda 80 volontari tra i 18 e i 55 anni, divisi tra l’ospedale Tel Hashomer di Tel Aviv e l’Hadassah di Gerusalemme. I due primi a ricevere il potenziale vaccino sono stati Segev Harel di 26 anni a Tel Aviv e Anar Ottolenghi di 34 a Gerusalemme che resteranno in ospedale 24 ore per essere monitorati dai medici. Il premier Benyamin Netanyahu, il ministro della sanità Yuli Edelstein e quello della difesa hanno incontrato questa mattina Harel dopo che questi ha avuto la prima dose. "La vera uscita dalla crisi del coronavirus – ha detto il premieri – è lo sviluppo dei vaccini, per questo oggi è un giorno importante". La seconda fase della sperimentazione comincerà a dicembre con mille volontari tra i 18 e gli 85 anni. Intanto il governo – a fronte del basso numero di contagi – ha deciso la riapertura da oggi di molti servizi: tra questi scuola e sinagoghe, oltre ad una serie di attività commerciali. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.