Covid, nel Comasco 29 casi e un decesso. Si spera nella zona bianca

Emergenza sanitaria Covid a Como

Il presidente Attilio Fontana: «La Lombardia ha parametri da zona bianca»

Mentre le Regioni stanno vagliando l’ipotesi di istituire una zona bianca rafforzata, una sorta di via di mezzo fra la zona bianca e quella gialla, oggi il presidente di regione Lombardia, Attilio Fontana, ha parlato con ottimismo di zona bianca.
Spiegando che l’incidenza di casi positivi per 100mila abitanti negli ultimi 7 giorni è scesa a 48, ha affermato che «La Lombardia ha parametri da zona bianca». La zona bianca è prevista nei territori in cui l’incidenza settimanale dei contagi è inferiore a 50 casi ogni 100mila abitanti per tre settimane consecutive.
«Iniziamo a vedere la luce in fondo al tunnel – ha aggiunto Fontana – ma la nostra lotta al Covid non è finita. La nostra campagna vaccinale prosegue a ritmo serrato con l’apertura delle prenotazioni anche per la fascia 30-39 anni e, dal 2 giugno, a tutti gli over 16».
«Dobbiamo continuare a mantere quei comportamenti che ci hanno consentito di raggiungere questi risultati» ha concluso.
I dati del contagio
Un atteggiamento vigile e comportamenti corretti sono ancora importanti, visto che il contagio non si è fermato. In attesa di conoscere i dati del fine settimana, oggi il bollettino Covid ha registrato, nella provincia di Como, una trentina di casi e un decesso. La campagna vaccinale sta dando i suoi frutti, e per fortuna negli ospedali di Asst Lariana continuano a svuotarsi i reparti Covid.
In regione Lombardia la situazione è stabile. A fronte di 42.222 tamponi effettuati (di cui 25.770 molecolari e 16.452 antigenici), sono 666 i nuovi casi riscontrati. La percentuale di positività resta ferma all’1,5% come nella rilevazione di ieri.
Continuano ad aumentare i guariti e i dimessi che sono 1.730 in più, per un totale complessivo di 765.498 persone che hanno superato l’infezione.
Il dato delle terapie intensive è stabile, ma oggi, per la prima volta da giorni, c’è stato un ricovero in più, per un totale di 273 malati in condizioni serie. Scendono ancora, invece, i ricoverati non in terapia intensiva che sono 84 in meno rispetto a ieri, per un totale di 1.369. Ci sono stati purtroppo altri 15 decessi che portano il totale complessivo delle vittime lombarde a 33.510.
Situazione più che positiva in Canton Ticino dove ci sono solo 19 pazienti ricoverati, nessuno in terapia intensiva.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.