Covid: Regione Umbria restringe le proprie zone rosse

Quattro comuni della provincia di Terni tornano arancioni

(ANSA) – PERUGIA, 12 FEB – La Regione Umbria – in fascia arancione, con una ‘sottozona rossa’ – ha ristretto l’area in cui sono previste le maggiori restrizioni per il contenimento del Covid: una ordinanza prevede che i comuni di Lugnano in Teverina, Attigliano, Calvi dell’Umbria e Montegabbione, in provincia di Terni, già da stasera non saranno più soggetti alle restrizioni territoriali specifiche. Queste e rimangono valide per l’intera provincia di Perugia e i comuni di Amelia e San Venanzo, nel Ternano, secondo quanto stabilito dalla precedente ordinanza numero 14 del 6 febbraio (valida fino al 21 febbraio). (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.