Covid: Svizzera ‘non cede’ alle pressioni per fermare lo sci

Il governo discuterà domani il suo approccio contro la pandemia

(ANSA) – ROMA, 03 DIC – "La Svizzera non reagirà alle pressioni di altri paesi" per chiudere le stazioni sciistiche durante le vacanze di fine anno come deciso da alcuni vicini: lo ha detto il ministro della Salute Alain Berset, secondo quanto riferisce il Guardian, mentre i tassi di infezione da coronavirus nel Paese restano "molto preoccupanti". Certo, ammette il ministro, "la reputazione della Svizzera potrebbe soffrirne se ci fossero improvvise epidemie in tutta Europa e altri dicessero che provengono dalla Svizzera". Il governo dovrebbe discutere domani il suo approccio per combattere la pandemia, che finora ha mantenuto il Paese relativamente aperto facendo affidamento sull’adesione dei cittadini alle misure igieniche per rallentare la diffusione del Covid-19. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.