Crisi Holcim: licenziamenti a partire dall’8 agosto

holcimCrisi cementerie Holcim: sindacalisti e dirigenti del gruppo industriale si sono incontrati ieri. Un vertice al termine del quale, Cgil, Cisl e Uil, hanno rilasciato un comunicato stampa nel quale si specifica che non verranno attivati ammortizzatori sociali e che i 73 licenziamenti annunciati saranno esecutivi a partire dall’8 agosto 2016.
<La direzione di Holcim Italia – scrivono i sindacati – ha annunciato che, salvo quelli di manutenzione ordinaria, non è disposta ad effettuare alcun investimento di tipo produttivo, di ricerca o di innovazione nei prossimi anni nelle unità produttive presenti in Italia. Questa impostazione è inaccettabile. È la prova che una ulteriore riduzione del perimetro produttivo e commerciale di Holcim in Italia costituisce la vigilia della definitiva dismissione del gruppo dal nostro Paese>.
Sullo stabilimento di Merone, aggiungono i sindacati, <non sono previsti interventi a modifica dell’attuale processo produttivo e si effettueranno investimenti in futuro solo se l’azienda riceverà proposte per vendere parte dell’area. Abbiamo annunciato – concludono Cgil Cisl e Uil – che avvieremo il percorso istituzionale con il coinvolgimento delle istituzioni (Ministero Sviluppo Economico, Regione Lombardia, Prefettura di Como, sindaci di Merone e Ternate) perché la questione non è solo di carattere sindacale ma è anche di carattere sociale, istituzionale e politico>.

Tratto da Espansione TV

Articoli correlati