Cristicchi alpino sul lago

Personaggi – Sabato prossimo nel parco “Teresio Olivelli” appuntamento con il cantante e la sua pièce in collaborazione con la Famiglia Comasca
Un’opera di “teatro civile” a Tremezzo per rievocare la tragica ritirata di Russia
Gli Alpini della sezione provinciale di Como, nell’ambito delle manifestazioni dedicate ai 150 anni dell’Unità d’Italia, avranno sabato prossimo un ospite d’eccezione, con una originale proposta di teatro di narrazione.
È il cantautore romano Simone Cristicchi (nella foto), classe 1977, stavolta impegnato in veste di attore, che rievocherà l’epopea dei soldati italiani in Russia. C’è dunque grande attesa sul Lario per i fan dell’artista, noti come gli “slacciati” (il termine dà anche nome al blog ufficiale del cantante e indica l’assoluta libertà dai “lacci” che la società impone al pensiero).
Conosciuto prevalentemente come cantante (con Ti regalerò una rosa ha vinto a Sanremo nel 2007), Simone si potrà applaudire proprio come attore nel suo spettacolo di teatro civile Li romani in Russia – racconto di una guerra a millanta mila miglia il prossimo 17 settembre, alle 21.30, a Tremezzo nel parco intitolato a Teresio Olivelli. Che è uno scenario tutt’altro che casuale. Infatti il parco pubblico della località rivierasca è intitolato a un eroe comasco, Medaglia d’Oro nel secondo conflitto mondiale.
La commedia, dai toni crudi ma screziata d’ironia, è un monologo di forte impatto emotivo che narra vicende vissute. Tra versi in ottava e frasi in romanesco, Cristicchi rievocherà la tragedia della ritirata di Russia, ripercorrendo come un novello Pierpaolo Pasolini i sentieri già tracciati da celebri pagine di autori come Mario Rigoni Stern e Giulio Bedeschi. L’opera racconterà la guerra attraverso le parole di chi l’ha vissuta ed è tornato dagli inferi con «l’incubo di essersi salvato». La pièce – regia di Alessandro Benvenuti, basata sull’omonimo poema in versi di Elia Marcelli, adattamento teatrale del professor Marcello Teodonio, musiche e sonorizzazioni di Gabriele Ortenzi – è stata rappresentata anche a Mosca oltre che in numerose città italiane. Insieme con gli alpini lariani, organizzerà l’evento l’associazione Famiglia Comasca. Grazie alla collaborazione del Comune di Tremezzo e della Fondazione Cariplo, lo spettacolo sarà a ingresso libero. Il Coro Alpino Orobica si unirà alla voce di Cristicchi con canti di metà ’900.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.