Cuba: presidente critica proroga Usa di embargo commerciale

Dopo un annuncio di Trump che estende la restrizione di un anno

(ANSA) – L’AVANA, 10 SET – Il presidente Miguel Díaz-Canel ha ribadito oggi la volontà di Cuba di resistere al blocco economico imposto dagli Stati Uniti, riaffermato con l’estensione ieri per un anno degli effetti della Legge del commercio con il nemico che ne è uno dei pilastri. Via Twitter il capo dello Stato cubano ha sottolineato che "si inaspriscono il blocco economico e le persecuzioni, crescono l’accanimento e la perversità. Un embargo inumano e crudele. Però qui non si arrende nessuno". La Legge del commercio con il nemico è stata approvata negli Usa nel 1917 e concede al presidente la facoltà di restringere il commercio con paesi "ostili" e la possibilità d’applicare sanzioni economiche in tempo di guerra o in qualsiasi altro periodo d’emergenza nazionale, proibendo il commercio con il nemico o gli alleati del nemico durante i conflitti armati. E ieri il presidente Donald Trump ha deciso di estendere per un altro anno la validità di questa legislazione nei confronti di Cuba, in scadenza il 14 settembre, sostenendo che ciò avviene "nell’interesse nazionale degli Stati Uniti". La legge viene rinnovata annualmente da tutte le amministrazioni americane dal 1962, anno in cui fu adottata dal presidente John Kennedy che la ritenne utile per esercitare pressioni sul governo di L’Avana e su Fidel Castro. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.