Cultura digitale con il “Möbius” a Lugano

Premi

Il Premio Möbius Multimedia Lugano conferma il ruolo di attento osservatore del mondo digitale e della sua repentina evoluzione, dedicando la XVII edizione alla “Cultura aumentata”, nuova modalità per la promozione e la fruizione digitale dei beni culturali. Il clou dell’edizione 2013 – sabato 5 ottobre presso lo Studio 2 della Radiotelevisione svizzera a Lugano-Besso – sarà proprio il simposio dal titolo “Cultura, musei e nuove tecnologie”, con dimostrazioni pratiche sulle ultime applicazioni

nel settore della realtà aumentata. Tra gli altri ospiti, Derrick de Kerckhove parlerà del futuro della fruizione culturale, in relazione alle potenzialità che le nuove tecnologie mettono a disposizione: soluzioni sempre più performanti per promuovere i beni culturali nel mondo globalizzato. La vera sfida è quella di riuscire a promuovere il turismo nella nuova società globale e digitale, focalizzando il dibattito sui valori culturali di cui l’Europa è leader ed evitando una riduttiva omologazione globalizzante. Al simposio, a partire dal primo pomeriggio, parteciperanno alcuni esperti che da anni seguono il mondo digitale, come Francesco Antinucci, scienziato cognitivo (“Il museo efficace. Che cosa si dovrebbe fare”), Roberto Carraro, imprenditore e autore digitale (“Paesaggio digitale: un’esperienza aumentata del territorio”, e Jean-Pierre Dalbéra, del ministero della Cultura francese. L’ingresso è libero; informazioni al numero di telefono 004179.793.56.72 e via mail all’indirizzo di posta elettronica info@moebiuslugano.ch.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.