Il curatore a Orsenigo con la squadra: «Ragazzi tranquilli»

L’incontro annunciato ieri mattina, al termine dell’asta dichiarata deserta, si è svolto regolarmente ieri pomeriggio. Il curatore fallimentare Francesco Di Michele ha raggiunto il centro sportivo di Orsenigo per seguire l’allenamento della squadra e poi parlare ai giocatori e allo staff.
Porte chiuse alla stampa, ma è presumibile che il curatore abbia ribadito alla squadra la volontà della società di non “trattenere” nessuno contro la propria volontà, a patto ovviamente di ricevere offerte congrue in uscita.
Passaggio fondamentale per non depauperare il patrimonio del club che si basa principalmente proprio sul valore dei calciatori.
Il fatto positivo è che nessuno si sarebbe fatto avanti chiedendo di essere ceduto.
Segno di unità del gruppo nel portare avanti l’avventura in azzurro almeno fino al termine della stagione, nella speranza che un acquirente possa rilanciare al più presto le ambizioni del club di via Sinigaglia.
Come non vi sarà dunque mercato in uscita – a meno di cambiamenti al momento non previsti – nemmeno dovrebbe esserci in ingresso.
Tutti insieme a battagliare per i colori azzurri.
«Ho incontrato lo staff, abbiamo parlato per circa mezz’ora su quello che c’è da fare – ha poi confermato il curatore di ritorno da Orsenigo – E poi ho parlato anche con la squadra. Li ho trovati tranquilli, sereni, e si sono allenati con il solito impegno». Un quarto d’ora di faccia a faccia in cui Di Michele avrebbe rassicurato il gruppo in vista dei prossimi impegni, garantendo la volontà dell’esercizio provvisorio di arrivare, anche nell’ipotesi peggiore possibile, fino al termine della stagione agonistica 2016/2017.
Poi ovviamente, se nulla dovesse nel frattempo essere cambiato, ci sarà il rompete le righe. Ma questa, al momento, è una storia che nessuno vuole scrivere.

Articoli correlati