Da Internet all’incontro in casa. Violenza sessuale

Le insidie della “rete” – La mamma della ragazzina è rientrata prima del previsto e ha chiamato i carabinieri
Una 15enne di Porlezza accusa un 37enne valtellinese finito in manette
Arrestato con la pesante accusa di violenza sessuale ai danni di una 15enne di Porlezza conosciuta su Internet. Dopo aver dialogato in “rete” e dopo due incontri in presenza di altre persone, l’uomo, un valtellinese 37enne, ha chiesto alla ragazzina di poterla incontrare da sola. L’appuntamento è stato fissato a casa di lei, assente la mamma, impegnata per lavoro. La donna, rientrata prima del previsto, si è però insospettita e ha chiamato i carabinieri. L’uomo è finito in manette, accusato dalla minorenne di averla palpeggiata e di aver compiuto su di lei atti sessuali contro la sua volontà.
Leggi l’articolo di Romualdi in CRONACA

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.